pagina

Artista: GERARDO CORRADO D'AMICO

"CHRISTUS SEMPER"
Olio su tela cm. 60 x 70

"Christus semper": così Gerardo Corrado D'Amico, richiamando la centralità della figura del Redentore secondo la stessa proposta dell'evento giubilare, ha inteso rimarcare - con il linguaggio dei segni e dei simboli che gli è proprio - la forza di una "presenza" fondamentale nel viaggio per la remissione dei peccati.
Rappresentato nella sua grande luce, in un tripudio di colori che predispongono alla felicità e alla pace alle quali ci invita l"'Anno di grazia del Signore", Cristo sempre, dunque. Un Cristo proposto nella molteplicità infinita del suo essere alla quale sembrano alludere le sagome-simulacro moltiplicate in un'attenta sinfonia tonale, fluttuanti di qua e al di là di una porta, una e trina, che apre la strada alla "liberazione" attraverso le testimonianze del perdono, della fede e della speranza in un futuro migliore.
È un inno di gioia che promana da un particolare parlar per immagini in aderenza fedele al modo di essere pittore che Corrado D'Amico da lungo tempo si è dato, scegliendo la strada del comunicare per il tramite di una insistente iterazione delle figure principali di ogni sua opera,
proposte in iridescenti scomposizioni, in una suggestiva sarabanda di segni che vengono dalle pulsanti regioni dell'immaginarlo.

PROFILO:
Gerardo Corrado D’Amico è nato a Potenza dove vive e lavora. E stato allievo di Giorgio Paulon e di Hugo de Soto della scuola del grande pittore surrealista cubano Wilfred Lamm. È presente sulla scena artistica lucana dal 1965. Numerose le sue partecipazioni a importanti rassegne. Gli anni dal 1972 al ‘74 lo hanno visto fra i “Pittori di Via Margurta” a Roma. Ha esposto all’estero, in Germania (Stoccarda) e in Francia (Arles), oltre che nei principali centri d’arte italiani.

 



[ Home ]



 ©.Risoluzione 800x600.

.