Artisti in Lucania

Banzi

 

Home - CARMEN DI GIULIO


CARMEN DI GIULIO


     
Visita guidata

 

6 - ALLA FONS BANDUSIAE

Acqua di vena fresca e cristallina,
“O Fons Bandusiae” Orazio ti cantò
nell’Ode antica e celebre ti volle,
ché la tua linfa la sua alimentò.

Assorta sosto a pié dell’alta rupe
donde limpida goccioli e saltelli
e lunga zona tu d’essa imbrillanti,
sì che i ciottoli sembrano gioielli.

Mormora il vento fra le verdi elci,
alle vaghe tua Naiadi, un saluto,
tra il canoro frinir delle cicali,
ronzio d’insetti e il linguaggio muto

dei cardi in fior. Tra un concento gentile
di voci agresti brilli, acqua, e serpeggi
nella fresca vallata del Banzullo;
passi tra l’erba e placida passeggi

sui levigati sassi e al sole guizzi
che vorrebbe e non può intepidirti.
Sommessa narri a tutti il tuo passato
con evidente brivido, oso dirti,

di piacer che t’increspa a quando a quando.
Narri di quei carnevaleschi giochi
un tempo fatti all’ombra della roccia
donde tu stilli, di quei gridi rochi

della folla esultante ed inebriata
dalla crapula, allorché nei tuoi rivi
maliziosa ammiccavi, tremolando,
all’arbusto selvatico e fuggivi

allegramente giĂą per la tua china.
Del latin Vate tu narri orgogliosa,
che all’onda tua attingeva con giumelle
e i suoi pensier tergeva, in blanda posa,

al rezzo grato del vicin frascame.
“Splendidior vitro” Fonte, ancor tu sei,
solo più stanco è quel tuo gocciolare
dall’ampia rupe, ritmico, tra i bei

muschi frangiati. Esso somiglia al riso
di boscherecce Ninfe, all’eco spenta
di lontano galoppo di destrieri,
a una musica dolce, sonnolenta.



6 - ALLA FONS BANDUSIAE
Quì emerge e si manifesta appieno la poetessa colta, dotata di solida formazione classica, di mente costruita su studi strutturati e complessi. I versi sono “difficili”. I termini ricercati, per quanto precisamente appropriati ed in grado di descrivere la dimensione storica di ciò che osserva. Andrebbe fatta una parafrasi precisa, per non lasciare nel vago il significato delle parole, e i collegamenti con gli eventi connessi all’ambiente osservato. Il tutto è affiancato all’amore per la sua Terra, che in questa poesia per la prima volta appare. E’ un sentimento che tiene conto non solo della vicinanza affettiva ai luoghi che videro la sua prima infanzia e l’evoluzione della dimensione culturale della sua personalità. Vi è anche, nascosto tra le difficoltà connesse alla semantica dei versi, il desiderio di interiorizzare quei luoghi, di possederli non solo per ciò che storicamente sono stati ma anche per la dimensione del presente, forte e vitale, che ancora esprimono.


<< Indietro

INDICE

Avanti >>


 

.



 

 

 



Contatore: 19.850

[ Home ]

[ Scrivimi ]