Artisti in Lucania

Potenza

 

Home - Giandomenico Giagni


Giandomenico Giagni


     

 

Una notte d'estate

Una notte d'estate sulle mura
s'è chinata una rondine.
Aveva letto i passi della Bibbia
nell'inverno africano.
Era una notte dolce, e alla memoria
della rondine austera
i versetti incantati erano incisi
come stille di sangue.

O notte luminosa più che il giallo d'ocra
delle insegne, più che il passo altero
delle donne, più che il vago assenso
dello sparuto stuolo degli efebi!

Corse la rondine
tra gli oleandri mozzi,
da finestra a finestra,
da pensione a pensione;
quel che stordiva
era il lieve sussurro degli amanti
di là dai vetri, nelle sorde stanze
degli alberghi per principi e puttane;
era la Bibbia mal usata,
era la conventicola dei pazzi,
era il silenzio atroce di un poeta
supino, in attesa della morte,
era un gioiello finto,
era l'inganno, la fama, la malcelata grazia
delle giovinette che vendono a buon prezzo
il seno, il ventre, i tacchi d'orofalso.

E se un uomo c'era, essa lo vide
prostrarsi ai tavoli con la mano tesa
non per piatire ma per riconoscenza.


<< Indietro

INDICE


 

.



 

 

 



[ Home ]

[ Scrivimi ]