Artisti in Lucania

Banzi

 

Home - CARMEN DI GIULIO


CARMEN DI GIULIO


     
Visita guidata

 

12 - LA BIMBA DORME

Tu dormi e spento sul viso è ogni cruccio,
ogni capriccio, ogni voglia è chetata,
sei dolce e bella così abbandonata
ai tuoi sogni di bimba.

Piano sorridi con labbra dischiuse,
forse… di certo tu sei con le fate,
quelle con le bacchette incantate
di cui brami ascoltar.

Nel pugno chiuso giĂ  serri un bel dono,
sarĂ  il balocco di cui mi parlavi
quest’oggi, con occhi sbarrati e vantavi
un soldin per comprarlo.

Ora il tuo volto riflette la pace
ch’è dentro di te; spianata è la fronte
e tanto sole, tanto al tuo orizzonte
vedi, pupa, brillar.

A lungo ti guardo, ma a un tratto io sento
dentro affiorarmi un sottile sgomento:
se altrove è il tuo cuore in questo momento
e se altrove è a te gaudio,

di averti mi pare un poco perduta!
Ma poi sorrido, di nuova inondata
intima gioia, a te inerme adagiata
fra queste mie braccia.

E sogno anch’io per te, piccola, sogno
canti giocondi, aurore serene,
tramonti d’oro, una pioggia di bene
e fior sul tuo cammino.

Sogno una stella che guidi il tuo passo,
grande, lucente ed un cuore di fiamma,
che, simile al cuore della tua mamma,
palpiti ognora per te.



12 - LA BIMBA DORME
Carmen mamma, attonita e quasi estasiata di fronte all’immagine della sua bimba addormentata. Un guazzabuglio di pensieri prendono la sua mente: senso di quiete, ma anche timore per un futuro incerto, speranza per l’avvenire della creatura, appagamento per la gioia che riempie il momento presente, per il solo fatto che la bimba c’è, è parte inscindibile dei suoi giorni, e ogni attimo che passa è fatto di vita piena della sua presenza, che nulla può portare via. Anche il sonno, che attenua e addolcisce capricci ed affanni, restituisce attimi di vita unici ed irripetibili, da gustare con gli occhi e col cuore di una mamma, che sola può capirne il valore profondo.


<< Indietro

INDICE

Avanti >>


 

.



 

 

 



Contatore: 19.856

[ Home ]

[ Scrivimi ]