Artisti in Lucania

Banzi

 

Home - CARMEN DI GIULIO


CARMEN DI GIULIO


     
Visita guidata

 

14 - LO SCRIGNO

Nello scrigno rovisto del passato
e immagini ne traggo, voci, suoni
patinati d’antico, d’or brunati.

Risplendono alla luce ravvivati,
raggiano ancor del riso di bontĂ ,
dei giorni dal presente scolorati.

Son policrome immagini ondeggianti
fra sole e azzurro, fra rugiada e stelle,
sono pupille vive, palpitanti;

sono volti sereni, luminosi
che appaiono e scompaiono tra le frange
di sorrisi e di sguardi generosi.

E quante voci, quante pur ritrovo,
voci care, dal timbro dolce, blando,
suadenti e fresche del risveglio nuovo;

carezzevoli voci in cui serpeggia
l’eco di un canto, l’orma d’una prece,
e un profumo di vita intorno aleggia.

Memorie del passato vi ripongo,
sinfonie di ricordi piano piano
vi adagio e sospirando vi dispongo

nell’ombra bruna, donde vò ritrarvi
ogni qual volta il cuore lo vorrĂ ,
quando nel fondo sentirò agitarvi.



14 - LO SCRIGNO
Il prezioso custode delle memorie di Carmen non è solo un oggetto da riporre con cura, in un cassetto, o da tenere in bella vista, disposto allo sguardo dell’ospite più o meno gradito. Lo scrigno è la sua mente, che raccoglie i ricordi di sentimenti, umori, visi, voci della sua vita, forse sbiaditi come immagini, ma dai vividi colori, quando si esprimono in emozioni profondamente sentite. E’ una riserva da cui attingere forza per i momenti difficili del presente, capace anche di attenuare gli effimeri entusiasmi per quanto di positivo capita di vivere, perché il bene non diventi vuota illusione ma dai ricordi attinga motivo di piena valorizzazione, nella speranza che, per il futuro, diventi esso stesso, ancora, prezioso oggetto da riporre nello scrigno.


<< Indietro

INDICE

Avanti >>


 

.



 

 

 



Contatore: 20.505

[ Home ]

[ Scrivimi ]