Artisti in Lucania

Banzi

 

Home - CARMEN DI GIULIO


CARMEN DI GIULIO


     
Visita guidata

 

22 - TRAMONTO SUL MARE

All’onda cerula
il sole, nel partire, si donava,
di mare un lembo
avvolgendo nel serico splendore.
Ad una ad una
tuffarsi l’onde vidi in bagno d’oro
e frantumarsi,

abbrividendo, in scintillanti scaglie;
poi ricomposte,
la dolce ebbrezza scuotere e ingrigiarsi,
correre ancora
là dove è fine ad ogni moto e vita.
…Avean goduto l’attimo fuggente
che il tempo in oro scrive!



22 - TRAMONTO SUL MARE
Come accennato altrove Carmen visse gran parte della sua esistenza in città costiere. Napoli fu la prima, durante il periodo universitario, poi Barletta, dove si stabilì con la sua famiglia. Il poeta rimane tale ovunque si trovi. Il confronto col mare, quindi, era inevitabile, a prescindere dall’amore istintivo che avrebbe potuto avere per questo elemento, a lei estraneo. Non c’è, infatti, in questi versi, la compenetrazione profonda che caratterizza, in Carmen, l’osservare i suoi luoghi di origine. Avverte in quelle onde quasi elementi estranei, insidiosi, per chi non le conosce. Il sole è sempre lo stesso, ma il contrasto col moto dei flutti lo rende profondamente diverso da quello che illumina le contrade naie. E, tuttavia, Lei non riesce a chiudere gli occhi su quella bellezza, che evolve forme, riflessi e colori a sconosciuti, promettendo molto più di quanto, in fine, non sia in grado di dare. La potenza e lo sfavillio dei riflessi si spengono, inevitabilmente, sul bagnasciuga, in modo quasi banale. E’ un tratto comune a tutta la sua poetica: le promesse non mantenute da una vita che, alla fine, delude le aspettative di chi in essa crede.


<< Indietro

INDICE

Avanti >>


 

.



 

 

 



Contatore: 21.364

[ Home ]

[ Scrivimi ]